BPM: DALU, LASCIO CON ORGOGLIO A TESTA ALTA BANCA SANA

(AGI) - Milano, 30 apr. - “Lascio una banca sana, la lascio con orgoglio e a testa alta”. Cosi’ Fiorenzo Dalu, annuncia all’assemblea degli azionisti di Bpm la decisione di dimettersi dalla direzione generale. “E’ la decisione piu’ sofferta della mia carriera professionale - ha detto commosso - sono 38 gli anni passati in questa che non e’ solo un’azienda, ma e’ il luogo dove si e’ svolta la mia vita”. Annunciando di mantenere “incarichi di rappresentanza nei consigli delle partecipate”, Dalu ha ringraziato i soci, un management “sempre coeso”, la Banca d’Italia “per i suoi consigli e gli insegnamenti” e il presidente Massimo Ponzellini “per la fiducia che mi ha dato”.
“Non volevo essere di imbarazzo a nessuno - ha sottolineato il direttore generale dimissionario - la mia scadenza naturale sarebbe stata con il Cda nella primavera prossima, ma oggi siamo chiamati ad un nuovo piano industriale triennale e, per la mia onesta’, non intendevo iniziarlo e poi lasciarlo ad altri. Per la mia responsabilita’ faccio un passo indietro e da me non sentirete mai una parola contro questa banca, non scendero’ in polemiche - ha proseguito - perche’ non e’ nel mio stile e perche’ ritengo giusto questo passo fatto per amore della banca”. Per Bpm si prospetta “un percorso tortuoso” fatto di scelte “difficili” che, ha detto Dalu, devono essere affrontate “con unita’ e senso di responsabilita’”. La conclusione del discorso del direttore generale uscente e’ stata salutata da una standing ovation di tutto il Consiglio di amministrazione, avviata dal presidente Massimo Ponzellini, e di buona parte dei soci presenti in sala. (AGI) Mi3/Chi